Alan Kurdi: dopo sette mesi nave ong ripartita da Olbia

Dopo la pronuncia del Tar, ora è diretta in Spagna

Dopo sette mesi passati ormeggiata al porto di Olbia, la nave Alan Kurdi, di proprietà dell'organizzazione non governativa tedesca Sea-Eye, questo pomeriggio ha lasciato la Sardegna ed è salpata con destinazione il porto di Burriana, in Spagna. La nave della ong tedesca che si occupa del salvataggio in mare dei migranti che attraversano il Mediterraneo, aveva attraccato a Olbia nel settembre dello scorso anno - dopo un'odissea in mare e conseguenti polemiche politiche - con 125 persone a bordo, tutte accolte, curate e rifocillate in banchina dalle autorità militari, sanitarie e civili.

L'Alan Kurdi pochi giorni dopo era stata fermata in porto con un provvedimento della Guardia costiera che in seguito a un'ispezione a bordo aveva rilevato delle irregolarità relative alla sicurezza. Qualche settimana fa una pronuncia del Tar ha concesso alla Sea-Eye l'autorizzazione a lasciare Olbia per recarsi in Spagna dove dovrà essere sottoposta a un intervento di manutenzione che risolverà i problemi di sicurezza.

      RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

      Video ANSA


      Vai al Canale: ANSA2030
      Vai alla rubrica: Pianeta Camere



      Modifica consenso Cookie