Entrò in base militare, assolto ex deputato sardo Mauro Pili

Cagliari, per il Tribunale il fatto non sussiste

Aveva rinunciato alla prescrizione, ritenendo di essere nel giusto e chiedendo di essere giudicato con il rito abbreviato. Oggi il Tribunale di Cagliari gli ha dato ragione. Mauro Pili, ex deputato prima Pdl e poi Unidos, già governatore della Sardegna, è stato assolto dall'accusa di essere entrato dal mare nell'area interdetta ricadente nel poligono militare di Capo Teulada. I fatti risalgono al 3 agosto del 2014, un'azione che Pili - difeso dagli avvocati Benedetto e Stefano Ballero insieme a Maurizio Scarparo - aveva promosso nell'ambito della sua battaglia politica contro le servitù militari.
    "C'era il divieto di pescare, ormeggiare e attraccare - disse Pili all'epoca - mi era stato chiesto di fare una verifica di quanto accadeva a Cala Brigantino, Cala Zafferano e Porto Scudu.
    Ero a bordo di un gommone e come prescrivevano i divieti non abbiamo né ormeggiato, né pescato e né attraccato".
    Oggi esulta per l'assoluzione. "Grazie di cuore a voi tutti, per la vostra vicinanza, per il vostro sostegno - commenta su Facebook rivolto a quanti lo hanno appoggiato in questi anni - il giudice Giampiero Sanna ha appena pronunciato la sentenza per il processo Teulada: 'assolto perchè il fatto non sussiste'. La sentenza demolisce il teorema dei generali e dei loro complici che hanno tentato in tutti i modi di fermarmi".

        RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

        Video ANSA


        Vai al Canale: ANSA2030
        Vai alla rubrica: Pianeta Camere



        Modifica consenso Cookie