Recovery: niente accordo su odg ma resta opzione cabina regia

Solinas in Aula, "pronti condividere azioni con tutti"

Il Consiglio regionale ha terminato la discussione sul Recovery plan sardo senza votare l'ordine del giorno finale per la costituzione di una cabina di regia per la definizione dei progetti.

Il gruppo - di cui dovrebbero far parte anche le parti sociali e datoriali e le università - potrebbe comunque essere formato su iniziativa del presidente della Regione Christian Solinas. Che, in fase di replica, ha invitato a tener conto di quanto accaduto a livello nazionale nelle ultime settimane: "La quasi totalità del Parlamento ha colto occasione per una pacificazione. Dentro questa cornice le forze politiche regionali devono disegnare la Sardegna dei prossimi 50 anni e su questo terreno ci si può incontrare: l'odg si iscrive in questo solco interrogando la responsabilità di tutti in quest'aula".

Solinas ha detto essere "per l'alta velocità, perché si investa sul ferro ma che sia all'avanguardia allineandoci però al futuro, certamente vanno completate alcune reti viarie, penso alla 131, all'Arzachena-Santa Teresa, alla trasversale sarda". Tornando alla cabina di regia, la riunirebbe subito definendo un programma serrato per presentare un grande piano di resilienza. Infine un appello: "Cogliamo lo spirito dei tempi e abbandoniamo lo spirito polemico, concediamoci una moratoria".

      RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

      Video ANSA


      Vai al Canale: ANSA2030



      Modifica consenso Cookie