>ANSA-IL-PUNTO/COVID: Sardegna ha numeri da "zona bianca"

Unica regione con Val d'Aosta sotto 50 casi per 100mila abitanti

(ANSA) - CAGLIARI, 12 FEB - Nella settimana di monitoraggio covid in Italia, in base alla bozza Iss-Ministero Salute, solo la Sardegna e la Valle d'Aosta hanno un'incidenza settimanale sotto i 50 casi per 100.000 abitanti (soglia oltre la quale il servizio sanitario ha mostrato i primi segni di criticità).
    Anche l'Rt è tra i più bassi d'Italia, 0,87.
    Dati da "zona bianca" per l'isola, rafforzati dagli ultimi numeri dell'aggiornamento dell'Unità di crisi regionale che ha rilevato 87 nuovi contagi su 8.461 tamponi eseguiti, con un rapporto casi-tamponi che segna per l'Isola un tasso di positività dell'1%.
    Nelle ultime 24 ore si registrano però anche otto decessi (1.054 in tutto).
    Sono, invece, 350 i pazienti attualmente ricoverati in ospedale in reparti non intensivi (-8 rispetto al dato di ieri), mentre sono 33 (invariati) i pazienti in terapia intensiva. Le persone in isolamento domiciliare sono 13.683. I guariti sono complessivamente 24.691 (+204), mentre le persone dichiarate guarite clinicamente nell'Isola sono attualmente 226.
    Intanto sul fronte vaccini la Regione vuole vederci chiaro sul numero di dosi recapitate in Sardegna. "Abbiamo stabilito di fare alcune verifiche", ha spiegato all'ANSA l'assessore della Sanità Mario Nieddu al termine del unità di crisi regionale sul piano vaccini. Infatti, ha aggiunto, "si dice che noi stiamo vaccinando poco, ma abbiamo utilizzato praticamente tutte le dosi e stiamo intaccando persino le scorte". Ecco perché, "come unità di crisi abbiamo deciso di rivederci lunedì per ulteriori verifiche". Intanto, "ora (forse lunedì, ndr) partiamo con la somministrazione degli AstraZeneca agli under 55". Nel frattempo, "stiamo vaccinando tutti i volontari del 118". Dopo la verifica, se risulterà che la Sardegna ha ricevuto meno dosi del previsto, allora "siamo pronti ad avviare una interlocuzione con la struttura commissariale".
    Domani e domenica seconda fase dello screening di massa avviato nel 52 paesi del Nuorese lo scorso fine settimana, per la verifica dei cittadini positivi al covid: tutte le persone negative al test nella prima fase dovranno effettuare un secondo tampone antigenico rapido e altri si potranno sottoporre per la prima volta. (ANSA).
   

        RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

        Video ANSA


        Vai al Canale: ANSA2030
        Vai alla rubrica: Pianeta Camere



        Modifica consenso Cookie