Sindaco Bitti, sospendete aiuti c'è tutto

Ciccolini, "paese inondato di tutto ciò che serve"

Stop all'invio di aiuti, viveri e beni di prima necessità a Bitti, il paese barbaricino sepolto dal fango e dai detriti dopo l'alluvione del 28 novembre scorso.

"Il grande cuore dei sardi ci ha inondato di tutto quello che serviva - dice all'ANSA il sindaco Giuseppe Ciccolini - Ora abbiamo materiale a sufficenza per gestire l'emergenza e non vogliamo buttare via niente. Voglio rassicurare tutti e spiegare che non è più necessario inviare questo genere di beni, al momento abbiamo tutto quello che ci serve. La solidarietà arrivata in questo momento terribile ci sta aiutando a reagire e ad andare avanti. Per questo ringrazio tutti i sardi, i volontari le amministrazioni comunali che ci hanno aiutato mandandoci beni e manodopera per affrontare il momento critico che dura tuttora". Se l'emergenza persisterà l'amministrazione comunale darà nuovi aggiornamenti e ci si potrà mettere in contatto con i numeri 329 98109323 e 333 2371759.
   

        RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

        Video ANSA


        Vai al Canale: ANSA2030
        Vai alla rubrica: Pianeta Camere



        Modifica consenso Cookie