L'auto?Per 1 sardo su 2 meglio alternata monopattino o bici

Piace nell'Isola la svolta della mobilità green

Più di un sardo su due (59%) pensa che per gli spostamenti l'auto possa essere alternata a bici o monopattino. Lo evidenzia la ricerca dell'osservatorio Sara Assicurazioni, la compagnia assicuratrice ufficiale dell'Aci. L'aspetto più apprezzato dei mezzi green è la sostenibilità (61%), poi il risparmio (26%), a cominciare dai tagli sui costi del carburante. E qualcuno parla di comodità e praticità di utilizzo (10%). Tra i vantaggi "verdi", al primo posto la riduzione dei consumi (73%), insieme al miglioramento del contesto urbano con la riduzione del traffico e dell'inquinamento acustico. Ma sono in molti, uno su cinque (20%), a indicare tra i benefici anche la possibilità di condurre stili di vita sostenibili e di fare attività fisica. Il mezzo preferito dai sardi sembra la bicicletta a pedalata assistita (49%), davanti ai monopattini elettrici (24%), mentre hanno al momento più strada da fare overboard e i monoruota (5%).

Tra i possibili comportamenti ritenuti più pericolosi legati alla mobilità dolce, il circolare fuori dai percorsi dedicati, in particolare sui marciapiedi, trasportare passeggeri (45%), le distrazioni (28%) e il mancato uso di elementi come casco e luci (22%). Tra i rischi più temuti, gli infortuni (76%), i danni arrecati agli altri utenti della strada e a beni come le auto parcheggiate (61%), più noie e spese legali in caso di sinistro (16%). Per questo motivo, un sardo su due (50%) ritiene che occorrerebbe maggiore educazione stradale per stimolare comportamenti più responsabili. Molto utili sono anche ritenute le polizze assicurative (43%) che possono offrire coperture per responsabilità civile, danni di vario tipo, assistenza e tutele anche per lo sharing.

        RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

        Video ANSA


        Vai al Canale: ANSA2030
        Vai alla rubrica: Pianeta Camere



        Modifica consenso Cookie