Allerta terapie intensive, Sardegna tra regioni rischio alto

Vicine a superamento soglia limite 30% posti a malati Covid

Sono dieci le Regioni con un rischio definito alta per la tenuta delle terapie intensive: si tratta di Abruzzo, Campania, Emilia Romagna, Liguria, Lombardia, Puglia, Sardegna, Toscana, Umbria e Valle d'Aosta. Secondo il Monitoraggio del ministero della Salute e Iss hanno una probabilità di superare la soglia del 30% delle terapie intensive occupate da pazienti Covid nel prossimo mese, da alta a massima. Le regioni segnalate con il livello più alto di rischio per questo parametro sono la Lombardia, la Liguria.

SOLO TRE POSTI LIBERI IN INTENSIVA A CAGLIARI - Sono solo tre i posti ancora disponibili in Terapia intensiva all'ospedale Santissima Trinità di Cagliari, l'unico presidio Covid nel sud Sardegna. Lo conferma all'ANSA il direttore sanitario Sergio Marracini. Complessivamente sono 16 i posti letto in intensiva, 13 già occupati, 135 invece le persone attualmente ricoverate nella struttura ospedaliera.

INDICE RT A 1,1 NELL'ISOLA - L'indice di trasmissibilità (Rt) del Covid 19 in Sardegna è pari a 1.1. E' quanto emerge nell'ultimo monitoraggio del Ministero della Salute e dell'Iss relativo alla settimana tra il 5 a l'11 ottobre. Stante questa situazione l'Isola rischia di essere tra quelle regioni nelle quali potrebbero essere prese misure di contenimento più restrittive come "chiusure mirate finalizzate a consentire lo svolgimento delle attività scolastiche e produttive", così come proposto da Walter Ricciardi, consigliere del ministro della salute per l'emergenza Covid. Dal report ministeriale emerge anche che in Sardegna i casi totali sono pari a 4.672 con un'incidenza cumulativa di 286.54 casi per 100.000 abitanti (557 casi e Incidenza del 34.16 per 100.000 ab per la sola settimana di riferimento).

   

        RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

        Video ANSA


        Vai al Canale: ANSA2030
        Vai alla rubrica: Pianeta Camere



        Modifica consenso Cookie