Nuove start up dagli scarti di lavorazione del vino

Bando Università Cagliari per 30 candidati neo imprenditori

I sottoprodotti di lavorazione del vino sono spesso considerati scarti di difficile smaltimento. Ma, sfruttati nel modo giusto, hanno grandi potenzialità commerciali. Per questo l'Università di Cagliari ha indetto la selezione di 30 candidati per l'ammissione al percorso di trasferimento tecnologico e di accompagnamento alla creazione d'impresa all'interno del progetto "New Business opportunities & Environmental suSTainability using MED GRAPE nanotechnological products - BESTMEDGRAPE", finanziato dal programma ENI CBC Bacino del Mediterraneo 2014-2020.

 Il percorso, aperto a tutti coloro che sono pronti a mettersi in gioco per realizzare concretamente un'idea imprenditoriale che punti all'innovazione e alla sostenibilità, si realizzerà da gennaio 2021 ad agosto 2022. La partecipazione è gratuita e i 10 migliori progetti tra i 30 selezionati riceveranno un voucher di 5mila euro e consulenze personalizzate per realizzare il proprio business. Il progetto, coordinato da Gianluigi Bacchetta e Maria Manconi, grazie all'esperienza del Dipartimento di Scienze della Vita e dell'Ambiente (in cui i due docenti insegnano), dei partner e del know-how del Centro Servizi di Ateneo per l'Innovazione e l'Imprenditorialità (Crea) dell'Ateneo cagliaritano, punta a promuovere il trasferimento tecnologico dei risultati della ricerca sulla vite e i possibili utilizzi dei sottoprodotti di vinificazione, con l'obiettivo di sostenere la nascita di nuove startup o il potenziamento di imprese già esistenti.
   

        RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

        Video ANSA


        Vai al Canale: ANSA2030
        Vai alla rubrica: Pianeta Camere



        Modifica consenso Cookie