Covid: 15 mln per medici e infermieri Sardegna in prima linea

Riconoscimento lavoro per prestazioni dal 9 marzo al 31 dicembre

La Giunta regionale ha dato il via libera al riconoscimento degli incentivi per il personale delle aziende del sistema sanitario regionale impiegato nelle attività di contrasto all'emergenza epidemiologica Covid-19. Il provvedimento varato dall'esecutivo regionale nel corso dell'ultima seduta consentirà di destinare 14,8 milioni di euro alla remunerazione straordinaria delle specifiche condizioni di lavoro e delle attività svolte dai medici e dagli operatori del comparto.
    "Un doveroso riconoscimento - dichiara il Presidente, Christian Solinas - ai professionisti che con grande abnegazione, spirito di servizio e umanità, hanno combattuto e combattono in prima linea la battaglia contro il virus sul nostro territorio".
    Il provvedimento riguarda tutto il personale, con contratto a tempo determinato o indeterminato, impiegato direttamente per far fronte all'emergenza, per le prestazioni svolte dal 9 marzo al 31 dicembre 2020. Sulla base delle linee di indirizzo approvate dalla Giunta le aziende del sistema sanitario della Sardegna avranno il compito di predisporre specifici piani di remunerazione.

      RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

      Video ANSA


      Vai al Canale: ANSA2030
      Vai alla rubrica: Pianeta Camere



      Modifica consenso Cookie