Crociata vip contro allevamento ostriche, firma anche Pelù

Il cantante sposa la causa dopo Wertmuller, Colò e Datome

Piero Pelù sta con "Salviamo la costa di Golfo Aranci", il comitato spontaneo contrario all'apertura di un allevamento di ostriche e mitili davanti alla spiaggia dei Baracconi. I promotori chiedono alla Regione Sardegna di revocare la concessione in quel tratto di litorale e di individuare un sito alternativo, meno impattante per l'ecosistema marino e costiero. La petizione viaggia intorno alle 47mila sottoscrizioni, compresi il campione olbiese di basket Gigi Datome, la regista Lina Wertmuller, la conduttrice televisiva Licia Colò e tanti altri personaggi dello spettacolo, dello sport e della scienza.

Pelù, icona del rock italiano e frontman dei leggendari Litfiba, ha realizzato un video a sostegno della petizione. Innamorato della Sardegna e cittadino onorario di Oliena, ha partecipato al suo ultimo Sanremo con una spilla dei quattro mori sulla giacca. L'adesione alle istanze del comitato di Golfo Aranci è un'ennesima dimostrazione del suo fortissimo legame con l'isola.

Secondo i biologi marini ingaggiati dal comitato, l'allevamento comprometterebbe l'ecosistema marino, arrecando gravi danni all'ambiente. "Chiediamo al presidente della Regione, Christian Solinas, di prendere posizione e attivare giunta e consiglio per garantire la conservazione dell'habitat, della prateria di Posidonia e delle principali specie marine del sito. Si revochi la concessione o si individui un'area fuori dal territorio golfarancino, più idonea e ambientalmente meno fragile", spiega la portavoce del comitato, Paola Masala. Residenti e sottoscrittori vip chiedono a Solinas un incontro pubblico per consegnargli la petizione con le firme in calce e stringere con lui un patto green per il futuro dell'isola.

   

      RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

      Video ANSA


      Vai al Canale: ANSA2030
      Vai alla rubrica: Pianeta Camere



      Modifica consenso Cookie