Manifesti funebri davanti alle sedi Inps della Sardegna

Affissi da militanti Casa Pound contro ritardi e disagi

Manifesti funebri sono stati affissi dai militanti di CasaPound Italia davanti alle sedi Inps di Cagliari, Iglesias, Carbonia, Olbia e Sassari. Una azione notturna ideata per denunciare i ritardi nell'erogazione degli ammortizzatori sociali legati all'emergenza sanitaria. "L'Inps - spiega in una nota alla stampa CasaPound - dovrebbe essere l'ente pubblico di maggior sostegno ai lavoratori e agli imprenditori in questo momento di profonda recessione. E invece non soltanto si è fatta trovare impreparata a fronteggiare l'emergenza ma addirittura ha aggravato una situazione già critica. Da un lato con i disservizi telematici, dall'altro con la lentezza nella lavorazione delle pratiche che non ha ancora consentito a centinaia di migliaia di cittadini di riscuotere la cassa integrazione e i vari bonus di sostegno al reddito".

Secondo i promotori della protesta "non ci sono stati soltanto ritardi ingiustificabili nell'erogazione dei soldi - prosegue Cpi - ma addirittura le imprese che hanno anticipato la cassa integrazione sono ancora in attesa della necessaria autorizzazione per compensare quanto già pagato con i contributi da versare".
   

      RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

      Video ANSA


      Vai al Canale: ANSA2030
      Vai alla rubrica: Pianeta Camere



      Modifica consenso Cookie