Estate in Sardegna orfana d'arene e palcoscenici

Saltano i big, resistono la musica jazz e il cinema

DI MARIA GRAZIA MARILOTTI

Paolo Fresu dice sì a Time in jazz "nel rispetto delle regole e delle misure anticontagio". Tra gli ospiti Daniele Silvestri, Fabio Concato, Rita Marcotulli. Si ferma per un anno invece il festival letterario "L'Isola delle Storie" di Gavoi. "Avremo più tempo per ritornare nel 2021 con un'edizione memorabile, sicura e reale", si legge nella pagina Facebook. Nell'estate della Fase 2 la Sardegna deve poi rinunciare a super concerti e mega palchi. Con date riprogrammate o biglietti rimborsati. Le norme anti assembramento spengono i riflettori sugli attesissimi big.

 Tutto cancellato o rimandato al 2021. Slitta il tour di Tiziano Ferro che dà appuntamento alla Sardegna al prossimo anno, come anche Nicolò Fabi. Stop per Mika e Ben Harper. I fan dovranno attendere il 2021 per scatenarsi nel piazzale Rocce Rosse di Arbatax con il duo Dimitri Vegas & Like Mike, tra i dj più acclamati al mondo, e la super-star dell'EDM Martin Garrix. Annullata la data per il musical dei record Notre Dame de Paris alla Forte Arena di Santa Margherita di Pula.

 Le note del jazz invece risuoneranno dal nord al sud dell'Isola. "Confermati gli otto festival del Sardinia Jazz Network (SJN), in sicurezza, con formule adattate alla nuova situazione", spiega il coordinatore dell'evento Giuseppe Giordano. Il suo Calagonone Jazz inaugura la formula del jazz club all'aperto con i tavolini a debita distanza sotto il palco e menu a base di specialità enogastronomiche.

Idea sposata anche da Jazz In Sardegna che per l'estate 2020 sposta il palco nello scenario di vele e mare di Su Siccu a Cagliari, a Riola Sardo, nell'oristanese, e all'Arena Fenicia di Sant'Antioco, nel Sulcis. Lavori in corso perché tutto sia allestito in sicurezza anche per Dromos, in provincia di Oristano, con concerti in scenari ricchi di fascino come il borgo di San Giovanni di Sinis a ridosso della chiesa Paleocristiana. Si alza il sipario anche per "Ai Confini tra Sardegna e Jazz", con concerti dall'alba al tramonto tra piazze e luoghi identitari tra Sant'Anna Arresi e altri centri del Sulcis Iglesiente, e Musica sulle Bocche tra Castelsardo e i paesi di Anglona e Gallura.

Poi ancora Nuoro Jazz e Nora Jazz che per il 2020 rinuncia all'antico teatro per allestire il palco, sempre con vista sul mare, a ridosso delle antiche rovine dell'area archeologica. Stessa location per La Notte dei Poeti sotto le insegne del Cedac che slitta ad agosto con un programma fra teatro e musica, danza e poesia: tra le vestigia della città fenicio-punica e poi romana la parola ai grandi protagonisti della scena tra cui - come svela il presidente Antonio Cabiddu - l'attrice Isabella Ragonese. Si rinnova anche l'appuntamento con i Percorsi Teatrali del Teatro del Segno a Santu Lussurgiu tra spettacoli e pièce dal Balcone.

Non saltano i festival cinematografici tra i quali quello di Tavolara, che prende il nome dall'isola nel nord est della Sardegna, o "La Valigia dell'attore", appuntamento fisso all'isola di La Maddalena. "Stiamo lavorando per confermare le date di luglio", dice la direttrice artistica Giovanna Gravina. Nicola Colabianchi, sovrintendente del Teatro Lirico di Cagliari, annuncia per metà luglio un festival con concerti all'aperto. Le masse artistiche sono già al lavoro: in tempi di pandemia le prove per coro e fiati si svolgono tra pannelli separatori in plexiglass.   

        RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

        Video ANSA


        Vai al Canale: ANSA2030
        Vai alla rubrica: Pianeta Camere



        Modifica consenso Cookie