Sardegna

Tartaruga liberata dopo due mesi di cure in vasca

S. Giovanni Sinis, un'elica le aveva fratturato il carapace

Era stata ferita dall'elica di una imbarcazione che le aveva fratturato il carapace. È rimasta quasi due mesi nelle vasche del Cres, il centro di recupero del Sinis, seguita e curata dagli specialisti che lavorano nel centro. La tartaruga Crash ,che era stata trovata da un cittadino e recuperata dagli uomini dell'Area marina protetta di Tavolara, è tornata a nuotare in mare. L'esemplare è stato rimesso in libertà dopo un lungo periodo di cure e riabilitazione a cui hanno preso parte gli esperti del Cres e i veterinari della Clinica Due Mari di Orisitano. In questi mesi che ha trascorso nelle vasche del Cres, la tartaruga ha espulso alcuni frammenti di plastica, mentre la frattura al carapace grazie alle cure giornaliere, si è rimarginata. E' stata liberata nel mare di San Giovanni del Sinis. 

      RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

      Video ANSA


      Vai alla rubrica: Pianeta Camere



      Modifica consenso Cookie