Teatro del Segno, stagione al TsE rimandata a ottobre

Giù il sipario nel popoloso rione di Is Mirrionis

E' stata rimandata a ottobre, per l'emergenza Coronavirus, la Stagione di Teatro Senza Quartiere al TsE di Is Mirrionis, a Cagliari. Il direttore artistico Stefano Ledda ha annunciato la sospensione di spettacoli e concerti in programma nel teatro ritrovato nel popoloso rione sorto nel secondo dopoguerra ai piedi del colle di Tuvumannu. Il sipario si riaprirà, questo l' auspicio, a ottobre anche per la rassegna "Teatro e Marmellata" dedicata ai più piccoli e alle famiglie e per "Carmen" e "Il Barbiere di Siviglia" nel cartellone "Vieni all'Opera al Teatro TsE", una piccola stagione lirica in collaborazione con l'Orchestra da Camera "Johann Nepomuk Wendt" diretta dal maestro Raimondo Mameli.

"Ma #laculturanonsiferma: tutti gli eventi saranno riprogrammati e biglietti e abbonamenti resteranno validi per le nuove date che saranno comunicate quanto prima", promette l'attore e regista, fondatore e anima del Teatro del Segno. La compagnia porta avanti dal 2017 il progetto pluriennale "Teatro Senza Quartiere/ per un quartiere senza teatro" per offrire un'alternativa specialmente ai giovani oltre che un nuovo palcoscenico alla città.

Un laboratorio urbano, un progetto di teatro sociale che si arricchisce anche grazie a preziose sinergie: con il Teatro Tages e il Teatro Impossibile, il Cedac con la rassegna "Il Terzo Occhio", con nuove date da definire che saranno rese note quanto prima. "Per quel che riguarda l'estate potrebbero slittare il XII Festival Percorsi Teatrali previsto a Santu Lussurgiu e "Palcoscenici d'Estate" ad Allai - spiega Ledda - ma è troppo presto per azzardare previsioni. Vedremo. E per il momento #restiamoacasa".
   

      RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

      Video ANSA


      Vai al Canale: ANSA2030
      Vai alla rubrica: Pianeta Camere



      Modifica consenso Cookie