Coronavirus: Cagliari calo traffico veicoli 60-70%

Dati rapporto ITS Città Metropolitana Scarl dopo restrizioni

Le limitazioni agli spostamenti introdotte per fronteggiare l'emergenza da Covid-19 hanno determinato una riduzione sensibile del traffico a Cagliari tra il 60 e il 70%, con picchi oltre il 75% in alcune sezioni di rilevazione del capoluogo e un fanalino di coda, via Bacaredda, ferma al 48%. E' questo il dato emerso dall'analisi dei flussi del traffico rilevati da ITS Città Metropolitana Scarl, la società partecipata dai comuni di Cagliari, Quartu Sant'Elena, Monserrato, Selargius, Assemini, Decimomannu, dalla Città metropolitana di Cagliari e dal Ctm. Il periodo di analisi è quello delle prime tre settimane del mese di marzo 2020. In particolare a Cagliari si assiste a una riduzione del traffico giornaliero medio (TGM) nella seconda settimana da un minimo del 23% nella postazione di rilievo di via Bacaredda a un massimo del 49% in viale San Vincenzo direzione viale Regina Elena.

Nella terza settimana, la riduzione cresce da un minimo del 48%, registrato sempre in via Bacaredda e in ingresso a Cagliari dalla SS 131, fino a un picco del 79% in viale Ciusa direzione Bacaredda. Superiore al 70% anche la riduzione dei flussi da viale Trieste direzione Sant'Avendrace e dall'asse mediano direzione centro (76%), sul Lungosaline (74%) e in via Vesalio in uscita dal capoluogo (73%). Decrementi anche in via Cadello direzione Pirri, dove transitano mediamente 33.599 veicoli al giorno (69%), un dato in linea con quello di viale Marconi ingresso Cagliari, che vede quotidiamente 31.384 veicoli.

   

      RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

      Video ANSA


      Vai al Canale: ANSA2030
      Vai alla rubrica: Pianeta Camere



      Modifica consenso Cookie