Salvini, "punto nascite La Maddalena riapra"

Due giorni parto finito in tragedia

 “Una giovane mamma ha perso un bambino, al di là di mascherine e respiratori la Sardegna attende dal governo nazionale anche altre risposte, non molliamo una battaglia importante come quella del Punto nascite di La Maddalena”. Lo dice in una nota il leader della Lega, Matteo Salvini, riferendosi a quanto accaduto nell’arcipelago a ridosso della costa nordorientale della Sardegna. Due giorni fa un parto d’emergenza nell’ospedale “Paolo Merlo” è finito in tragedia. Da quanto emerso sinora, delle improvvise complicazioni hanno indotto una partoriente e presentarsi di corsa all’ospedale cittadino, dove non è stato possibile far altro che trasferirla in elicottero a quello di Olbia. Il viaggio d’urgenza, purtroppo, non è servito per salvare il bimbo.

  “Una tragedia con chiare responsabilità”, aveva denunciato subito il sindaco Luca Montella, ricordando la battaglia della comunità contro la soppressione del Punto nascite secondo parametri casistici e senza considerare la condizione insulare di La Maddalena. A meno di 48 ore dalla tragedia, Salvini va alla carica. “Troppo spesso il governo è distratto verso la Sardegna, un caso drammatico è quello del punto nascita a La Maddalena, che va riaperto”, insiste il leader leghista. “La giunta Solinas l’ha chiesto da tempo, la tragedia doveva essere evitata”, rimarca Salvini. “Basta tagli e aiuti concreti per battere il virus e affrontare l’emergenza economica – conclude – nessuno dimentichi la Sardegna”.
   

        RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

        Video ANSA


        Vai al Canale: ANSA2030
        Vai alla rubrica: Pianeta Camere



        Modifica consenso Cookie