Sardegna

Emergenza non ferma i ladri di sabbia

Cagliari, sequestrato materiale rubato nell'Oristanese

Neppure l'emergenza sanitaria dovuta all'incremento dei contagi da coronavirus e le conseguenti limitazioni imposte agli spostamenti sono riuscite a fermare le ruberie di sabbia dalle spiagge della Sardegna. Il sequestro risale alla scorsa settimana, quando si poteva ancora volare, più o meno liberamente, tra gli aeroporti di Cagliari e quelli di Roma e Milano. Durante i controlli di sicurezza un passeggero è stato fermato con diversi chili di granelli di quarzo sottratti al bianchissimo litorale di Is Arutas, sulla costa di Oristano.

Una busta rossa anonima che non è passata inosservata agli agenti preposti al controllo bagagli che hanno subito sequestrato il materiale poco prima che lasciasse l'Isola. A darne notizia è l'associazione Sardegna rubata e depredata, da sempre in prima linea contro le scorribande di chi vuole prelevare la sabbia dalle coste dell'Isola commettendo un reato.

"In altri tempi un ritrovamento simile sarebbe stato normale e scontato. Oggi no! - è l'amaro commento dell'associazione - Non è concepibile...Stiamo vivendo un periodo storico drammatico ed epocale, eppure, esiste sempre qualcuno che trova il tempo e il modo per distinguersi in maniera inqualificabile".
   

    RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

    Video ANSA


    Vai al Canale: ANSA2030
    Vai alla rubrica: Pianeta Camere



    Modifica consenso Cookie