Rubate mascherine destinate ad ospedale

Carbonia, sottratti oltre 1200 pezzi tra cui visiere in plastica

Ladri senza scrupoli davanti all'emergenza coronavirus: i malviventi hanno rubato le mascherine chirurgiche e quelle con visiera destinate all'ospedale Sirai di Carbonia, nel sud ovest della Sardegna. I responsabili della farmacia hanno chiamato i carabinieri segnalando il furto dei dispositivi di protezione. Le mascherine, secondo quanto accertato dai militari della Compagnia di Carbonia che indagano sul furto, erano arrivate nel primo pomeriggio in ospedale con una pedana ricoperta di cellophane.

Dalle verifiche è emerso che mancavano 1.200 mascherine chirurgiche, tra le quali una decina di quelle dotate di visiera in plastica, rispetto alle 2000 previste. Non c'era nemmeno il documento di trasporto. La ditta di Bari che le aveva spedite è stata contattata e ha confermato di aver inviato tutto il materiale richiesto. I carabinieri stanno ora cercando di stabilire quando e dove è stato messo a segno il colpo che potrebbe essere legato al mercato nero dei dispositivi di protezione individuale.
   

    RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

    Video ANSA


    Vai al Canale: ANSA2030
    Vai alla rubrica: Pianeta Camere



    Modifica consenso Cookie