Ricci di mare, multe per 90mila euro

Bilancio Corpo Forestale, 30mila esemplari rigettati in mare

Proseguono le operazioni del Corpo forestale per frenare la pesca e la vendita abusiva di polpa e ricci di mare. Complessivamente sono stati eseguiti 35 controlli a Cagliari, Quartu Sant'Elena, Sestu, Selargius Villasimius, Muravera, Capoterra, Pula e Arbus. Nel mirino sono finiti 11 ristoranti, 15 chioschi e 9 pescatori. Gli agenti hanno elevato 21 sanzioni amministrative per un totale complessivo di oltre 90mila euro. In particolare sono state elevate 10 sanzioni per vendita di polpa di ricci in vasetti, 11 le multe per la mancata tracciabilità del pescato e per il prelievo di ricci sotto misura.

Sequestrati 30.000 ricci, per complessivi 200 chili, tutti sotto misura. Gli esemplari sono stati riportati a mare. Sotto chiave anche 4 chili di polpa di ricci. Nel corso dei controlli al Poetto di Quartu sono stati bloccati due pescatori professionisti dell'Oristanese mentre consegnavano 7 casse di ricci ad uno dei chioschi. "Al controllo, tutti i ricci contenuti nelle ceste risultavano sotto la misura consentita dei 5 centimetri", spiegano dalla Forestale. In un ristorante di Sestu, infine, che proponeva piatti a base di ricci, è stato sequestrato un chilo di polpa conservata senza etichettatura.
   

    RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

    Video ANSA


    Vai al Canale: ANSA2030
    Vai alla rubrica: Pianeta Camere



    Modifica consenso Cookie