Azienda cambia orario, lei vince ricorso

Tribunale Sassari, nessuna modifica senza consenso dipendente

Per adempiere alle funzioni di assistenza nei confronti del marito, previste dalla legge 104 di cui beneficia contrattualmente, si era rivolta al tribunale del lavoro di Sassari per contestare la decisione assunta unilateralmente dalla società di cui è dipendente di modificare il suo orario di lavoro e la collocazione delle prestazioni dovute.

Assistita dall'avvocato Giovanni Campus e sostenuta dalla segreteria territoriale della Uiltrasporti nella vertenza contro il datore di lavoro - una delle ditte cui sono appaltate le attività di pulizia e sanificazione dell'ospedale Santissima Annunziata di Sassari - la lavoratrice si è vista dare ragione dai giudici: tale variazione è un atto "illegittimo e pericoloso perché compromette il difficile equilibrio tra impegni personali-familiari e lavorativi", si legge nella sentenza.

Oltre alla soddisfazione dell'interessata e del suo avvocato, a cantare vittoria è il sindacato, per il quale si tratta di una "causa pilota" che potrebbe condizionare l'esito di analoghe vicende ancora in corso aperte. "Sin dall'inizio dell'appalto sosteniamo che le variazioni di orario e quelle ricollegabili alle rotazioni di turni e riposi devono tenere conto delle esigenze documentate dal personale", sostiene il segretario territoriale di Uiltrasporti, Antonio Sias. "Trattandosi tra l'altro di lavoratori impegnati in attività part-time - prosegue - va data loro la possibilità di integrare il reddito con altre attività e non si può limitare con orari spezzati la libertà di adempiere a impegni di assistenza familiare".
   

      RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

      Video ANSA


      Vai al Canale: ANSA2030
      Vai alla rubrica: Pianeta Camere



      Modifica consenso Cookie