Migranti: nuovi sbarchi in sud Sardegna

Tutti di nazionalità algerina, verranno trasferiti a Monastir

Massiccio sbarco di migranti lungo le coste del Sulcis, nel sud Sardegna, complice le favorevoli condizione meteo marine. Ne sono approdati complessivamente 46, tutti di nazionalità algerina. I primi barchini sono hanno raggiunto la spiaggia di Porto Pino, nel comune di Sant'Anna Arresi, intorno alle 7. Un cittadino ha visto aggirarsi il gruppo di migranti e ha chiamato i carabinieri.

Sul posto sono arrivati i militari della Compagnia di Carbonia che ne hanno bloccato 33, tutti maschi, maggiorenni e in buone condizione di salute. Alle 8.45 il secondo sbarco, questa volta nel porticciolo di Sant'Antioco, dove i carabinieri hanno fermato altri 13 algerini. Dopo le visite mediche e le operazioni di identificazione, tutti verranno trasferiti nel centro di accoglienza di Monastir.

IL SIAP, "NESSUNO SE NE OCCUPA" - "Siamo alle solite, da mesi e mesi assistiamo ad una indegna lotta politica sulla questione migranti che giungono in Italia a bordo di navi Ong, invece, in Sardegna, si sbarca nella più assoluta tranquillità e soprattutto si ottiene un 'lasciapassare' per l'Europa, non può essere definita altrimenti l'intimazione a lasciare il territorio dello Stato, che sembra non urtare la 'sensibilità nazionalista' di nessuno". Così il segretario provinciale del sindacato di polizia Siap, Mauro Aresu, sull'ultimo arrivo di 46 persone di nazionalità algerina sulle coste del Sulcis. "Probabilmente - attacca il sindacalista - per metter mano al problema, dobbiamo solo augurarci che una qualche Ong si interessi alle coste algerine".

    RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

    Video ANSA


    Vai al Canale: ANSA2030
    Vai alla rubrica: Pianeta Camere



    Modifica consenso Cookie