Omicidio Arzana, oggi incarico autopsia

Inquirenti sentono amici e parenti della vittima

E' ancora in corso l'autopsia sul cadavere di Cesare Balzano, il 50enne ucciso a fucilate ieri mattina ad Arzana mentre entrava nel suo terreno dove si trovano anche l'ovile e il maneggio. Il procuratore di Lanusei, Biagio Mazzeo, ha affidato l'incarico al medico legale di Cagliari Matteo Nioi, nella tarda mattinata. Nel pomeriggio è iniziato l'esame autoptico, non ancora concluso. Dall'autopsia si attendono alcune conferme della ricostruzione del delitto.

L'uomo, secondo i primi accertamenti, sarebbe stato centrato da almeno due fucilate: una al petto e una seconda mortale alla testa, esplosa a distanza ravvicinata. I carabinieri, intanto, anche oggi hanno lavorato nel tentativo di fare piena luce sul delitto. Sentiti amici, parenti e conoscenti della vittima: si scava nel passato di Balzano, conosciuto dalle forze dell'ordine perché coinvolto in fatti di sangue avvenuti tra il 2000 e il 2006 in Ogliastra ma anche nella clamorosa rapina alla postazione militare di Capo Bellavista ad Arbatax nel 2004: in quell'occasione due banditi mascherati, dopo aver puntato le pistole contro un caporal maggiore dell'Esercito a guardia dell'armeria, si impossessarono di 13 fucili mitragliatori.

L'uomo, che lavorava come operatore ecologico, ieri mattina si è fermato in un bar del paese a prendere un caffè e dopo aver trascorso qualche minuto nell'esercizio pubblico si è allontanato a bordo del suo pickup per raggiungere il suo terreno. Aveva appena aperto il cancello quando è stato raggiunto da una prima fucilata al petto. Il killer o i killer hanno poi esploso almeno altri due colpi di fucile calibro 12: uno ha raggiunto nuovamente al petto la vittima, il terzo esploso a distanza ravvicinata lo ha colpito alla nuca, tanto da staccargli la testa dal collo.
   

      RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

      Video ANSA


      Vai al Canale: ANSA2030
      Vai alla rubrica: Pianeta Camere



      Modifica consenso Cookie