Nuovo rimorchiatore del Gruppo Onorato

Tra i più potenti del Mediterraneo, prenderà servizio a Sarroch

(ANSA) - CAGLIARI, 18 LUG - Un nuovo rimorchiatore per il gruppo Onorato. È stato inaugurato questa mattina alla Calata Sant'Agostino del porto di Cagliari. Si chiama "Vincenzino O.", in onore del nipote dell'armatore Vincenzo Onorato. "È uno dei più potenti rimorchiatori del Mediterraneo - ha detto durante la cerimonia inaugurale l'amministratore delegato Achille Onorato - e dimostra il nostro piano di crescita e di sviluppo per assicurare lo svecchiamento della flotta e un'attenzione sempre maggiore all'ambiente e alla sicurezza dei porti".
    Al battesimo c'era anche il presidente dell'Autorità di sistema portuale del mare di Sardegna Massimo Deiana, impegnato in questi giorni nella difficile vertenza per il porto canale.
    VIncenzino O. prenderà immediatamente servizio nella baia di Sarroch per garantire le massime condizioni di sicurezza nelle operazioni delle navi petroliere al pontile della raffineria Saras. Progettato e realizzato dal Gruppo olandese Damen Shipyards, in un cantiere vietnamita, ha il suo punto di forza nella capacità di tiro, che è pari a 85 tonnellate.
    L'imbarcazione si differenzia in modo netto dagli altri rimorchiatori operanti nel Mediterraneo: per incrementare le sue prestazioni anche in situazioni meteo-marine estreme, infatti, è lungo 28 metri ma largo ben 13 metri, con un motore Caterpillar in grado di sviluppare una potenza di oltre 6700 HP.
    Attualmente la Divisione rimorchio del Gruppo Moby opera con una flotta di 16 mezzi nei porti di Cagliari, Sarroch, Oristano, Portovesme, Olbia, Arbatax e Porto Torres. "Oggi - ha assicurato Onorato - si continua nell'isola quel piano di sviluppo iniziato cinquant'anni fa. Questo rimorchiatore rappresenta l'inizio di nuovi investimenti e costruzioni: il porto di Cagliari sarà il porto con i mezzi più potenti e più giovani d'Europa. Non solo traghetti, il nostro core business, ma anche rimorchiatori: sono per noi il nostro cuore: il nostro passato e il nostro futuro".(ANSA).
   

        RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

        Video ANSA