Rogo Sorradile da cabina elettrica

Regione si costituirà parte civile contro Enel

L'incendio a Sorradile, in provincia di Oristano, è stato causato dal cattivo funzionamento di un palo cabina di trasformazione di energia elettrica. Sarebbe stata proprio la caduta al suolo delle scintille sulla vegetazione secca a provocare l'accensione delle fiamme. La spiegazione di quanto accaduto in località Funtana Muro Maiore, arriva dal Corpo Forestale e di Vigilanza Ambientale della Regione.

Un rogo pericoloso: le fiamme si sono infatti avvicinate alle abitazioni e solo a tarda serata, grazie al tempestivo intervento di quattro elicotteri, di un aereo anfibio Canadair e di numerose squadre a terra tra forestale, vigili del fuoco, operatori dell'Agenzia Forestas e volontari, si è riusciti a mettere sotto controllo le fiamme limitando i danni a circa 20 ettari tra bosco, oliveti e pascoli.

L'area circostante il palo cabina, anche se sfalciata, a causa della presenza di un substrato erboso secco non completamente asportato, ha consentito il dilagare delle fiamme. L'incendio, fa sapere il Corpo forestale, sarà portato all'attenzione della magistratura e vedrà la Regione Sardegna, unitamente ai cittadini danneggiati, costituirsi parte civile nei confronti dell'Enel.
   
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Video ANSA


Vai al Canale: ANSA2030
Vai alla rubrica: Pianeta Camere



Modifica consenso Cookie