Cessione C.Smeralda, allo Stato 22,7 mln

Transazione con Agenzia Entrate dopo accusa evasione fiscale

La Colony Sardegna pagherà 22,7 milioni di euro all'Agenzia delle entrate. È questo il risultato della transazione siglata ieri, nell'ambito dell'inchiesta della Procura di Tempio Pausania sulla presunta evasione fiscale legata alla compravendita della Costa Smeralda, passata nel 2012 dalla società che fa capo al magnate statunitense Tom Barrack al fondo sovrano del Qatar, attuale proprietario.
    L'inchiesta, condotta dal procuratore Domenico Fiordalisi, contestava un'evasione fiscale di 170 milioni di euro alla società con sede in Lussemburgo. Il procedimento penale sulla compravendita della Costa Smeralda - riferiscono fonti della Procura gallurese - prosegue, mentre i filoni dell'inchiesta sono stati unificati. Le accuse ipotizzate sono associazione a delinquere, corruzione, evasione fiscale, abusi edilizi.
    Con questo atto di transazione siglato con l'Agenzia delle Entrate, si estingue il procedimento amministrativo con il quale, nell'ottobre scorso, il procuratore Fiordalisi aveva richiesto al tribunale di Tempio il fallimento della Colony Sardegna.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Video ANSA


Vai al Canale: ANSA2030
Vai alla rubrica: Pianeta Camere



Modifica consenso Cookie