Sardegna

Parco La Maddalena,forse ricorso Bonanno

Neo-nominato comandante Deri, raggiungeremo obiettivi prefissati

"Il ministero dell'Ambiente, accogliendo la richiesta della Comunità del Parco Nazionale dell'Arcipelago di La Maddalena, mi ha incaricato di ricoprire l'impegnativo ruolo di commissario straordinario dell'Ente Parco. Dico a tutte le persone che hanno creduto in questa nomina, sicuro che, grazie allo spirito collaborativo della struttura amministrativa e gestionale dell'Ente, riusciremo, insieme, a raggiungere gli obiettivi prefissati", sono le prime dichiarazioni del comandante Leonardo Deri, eletto ieri commissario straordinario del Parco de La Maddalena.

Dopo un mese e mezzo di 'crisi' ai vertici del Parco, che ha portato all'autosospensione del presidente Giuseppe Bonanno, il 25 ottobre scorso, il ministero competente ha deciso di commissariare l'ente affidando la guida, d'intesa con la Regione, al comandante della Guardia costiera de La Maddalena.

Ma le polemiche non si sono sopite e perplessità sul commissariamento sono venute dell'ex presidente del Parco, Giuseppe Bonanno: "Evidentemente le pressioni politiche sollevate sul caso - ha detto all'ANSA, Bonanno - hanno spinto il ministero a cogliere l'occasione per cancellare le cariche dell'Ente, commissariandolo. Ora valuterò che strada percorrere, non escludendo anche un eventuale ricorso. Il ministero, infatti, avrebbe potuto reintegrare o azzerare il direttivo, ma ha optato per quest'ultima via. L'unica cosa positiva è che la nomina non è politica".

di Tommaso Tetro

E' durata un mese e mezzo la 'crisi' ai vertici del parco de La Maddalena in Sardegna. Dopo l'auto-sospensione del presidente Giuseppe Bonanno del 25 ottobre scorso, il ministero dell'Ambiente ha infatti deciso di commissariare il parco affidando la guida, d'intesa con la Regione, al comandante della Guardia costiera de La Maddalena, Leonardo Deri.

In questo modo, ha subito osservato l'Assessore regionale Donatella Spano, "si può assicurare la continuità amministrativa ed evitare la paralisi istituzionale. Il commissariamento dovrà consentire il regolare svolgimento dell'attività del Parco per un breve periodo, fino alla nomina di un nuovo presidente che sarà definita in pochissimi mesi".

Ad ottobre, Bonanno si era autosospeso dall'incarico di presidente, motivando la decisione con una lunga lettera in cui spiegava di voler "dare la possibilità agli organi competenti di adoperarsi nel rimuovere lo squilibrio e l'imbarazzo costituito dall'attuale composizione del Consiglio e, dall'altra, nel supremo interesse dell'ente, di dare l'ultima possibilità alla 'maggioranza' di poter dimostrare, nei fatti, il proprio contributo per il territorio".

Dopo le polemiche sulla gestione del parco, il parlamentare dem Silvio Lai con un gruppo di colleghi senatori del Pd (oltre 20) aveva scritto a Gian Luca Galletti chiedendo la nomina di un commissario straordinario. Ed è' proprio Lai a commentare la decisione del ministero dell'Ambiente di commissariare l'ente Parco de La Maddalena definendola "giusta e molto attesa. Di fronte alle tante questioni aperte in questo ultimo anno la scelta di porre fine alla gestione attuale e di nominare un commissario crediamo fosse obbligata. Da tempo era chiaro che non si poteva attendere oltre" e che era "arrivato il momento di voltare pagina per superare quelle divergenze e quegli ostacoli alla base dei tanti ritardi e delle opportunità non adeguatamente colte in questi anni".

Va ricordato che era stato anche lo stesso Bonanno a chiedere al ministro Galletti di nominare "un commissario ad acta per l'adozione del Piano del Parco, per garantire equidistanza e l'assunzione di atti nell'interesse collettivo".

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Video ANSA


Vai al Canale: ANSA2030
Vai alla rubrica: Pianeta Camere



Modifica consenso Cookie