Sardegna

Rogo alle porte di Alghero minaccia case

In azione un elicottero e squadre a terra

Oltre venti ettari coltivati a foraggi inceneriti, due elicotteri del servizio antincendi regionale e decine di uomini dei Vigili de fuoco e del Corpo forestale impegnati a terra per impedire che il rogo distruggesse le numerose case minacciate, la strada provinciale per l'aeroporto di Fertilia chiusa al traffico automobilistico per un paio di ore. È il bilancio dell'incendio scoppiato nel primo pomeriggio alle porte di Alghero, nelle campagne comprese fra lo stagno Calich e la zona di Mamuntanas.

Un incendio di chiara origine dolosa dato che, secondo quanto appurato dai vigili del fuoco e dagli agenti della Forestale, il rogo sarebbe partito da due diversi focolai. In un primo tempo si è temuto che le fiamme aggredissero le decine abitazioni e di costruzioni rurali che sorgono nell'area, e che sospinte dal forte vento potessero avvicinarsi all'aeroporto creando disagi anche al traffico aereo.

Il tempestivo intervento delle squadre dei pompieri arrivate da Sassari e Alghero, degli uomini del Corpo forestale e dei due velivoli hanno consentito di tenere sotto controllo le fiamme ed evitare danni peggiori. L'allarme è cessato definitivamente dopo quattro ore di lotta ed ora, fino a notte, i vigili saranno impegnati nelle operazioni di bonifica e messa in sicurezza della zona.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Video ANSA


Vai al Canale: ANSA2030
Vai alla rubrica: Pianeta Camere



Modifica consenso Cookie