Cane ucciso con fucilata, Lega nazionale

Individuare responsabili spari contro animali nell'Oristanese

(ANSA) - ORISTANO,20 GEN - La vicenda di Eva, la cagnolina uccisa a Tramatza con un colpo di carabina ad aria compressa che l'ha raggiunta dritto al cuore, e dei due gatti presi di mira a Villaverde, ha varcato i confini della provincia di Oristano e della Sardegna e ha destato sdegno e commozione anche nella penisola. Di questo si è fatta interprete la presidente della Lega nazionale per la difesa del cane, Piera Rosati, che ha annunciato la decisione di presentare una denuncia contro ignoti e ha lanciato un appello ai cittadini dei due paesini della provincia di Oristano perché diano una mano a scoprire i responsabili di quello che ha definito "un gesto ignobile e vigliacco".

"Eva - racconta l'animalista - era una dolce e simpatica cagnolina conosciuta da tutti a Tramatza. Era molto socievole e ben vista dalla maggior parte degli abitanti, tranne, evidentemente, dal mostro che ha deciso di ucciderla senza pietà". La cagnolina era stata soccorsa e curata dai veterinari della Clinica Due mari di Oristano, ma il colpo sparato con il proposito di uccidere non le ha lasciato scampo. Nella stessa Clinica sono stati, invece, curati e salvati i due gatti feriti a Villaverde sempre con una carabina ad aria compressa.

"Queste notizie - sottolinea la presidente della Lndc - mi riempiono di tristezza e di preoccupazione. E' importante che chiunque sappia qualche cosa di utile per le indagini le comunichi ai carabinieri, oppure ci contatti anche in forma anonima al tel. 02-26116502 affinché queste persone vengano fermate e assicurate alla giustizia. Chi si macchia di questi crimini è capace di qualsiasi cosa e non possiamo permettere che vada ancora in giro a sparare ad altri poveri animali innocenti o che addirittura inizi a prendere di mira anche le persone".
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Video ANSA


Vai al Canale: ANSA2030
Vai alla rubrica: Pianeta Camere



Modifica consenso Cookie