Nucleare: Piras (Sel), per ora nessuna conferma sito Sardegna

(ANSA) - CAGLIARI, 10 MAR - "Le dichiarazioni rilasciate dall'onorevole Cappellacci, allo stato attuale, non trovano alcuna conferma e sembrerebbero tutte orientate a una attività politico-propagandistica, legittima certamente ma che sarebbe buona pratica e buona creanza fosse sostenuta dall'elenco delle fonti delle proprie affermazioni, tanto più quando si tratta di materie così delicate come quella di cui trattiamo". Così il deputato di Sel, Michele Piras, replica all'ipotesi avanzata dall'ex governatore sardo che la Sardegna possa essere scelta quale sito per ospitare il deposito unico nazionale per le scorie nucleari.
    "A decorrere dal 2 aprile si aprirà una fase di informazione e relazione pubblica - spiega Piras - nella quale ognuno avrà titolo ad esporre le proprie osservazioni di merito e nella quale, nell'eventualità fra i siti potenziali ci fosse anche la Sardegna, trovo giusto che si sviluppi il massimo della mobilitazione unitaria, anche richiamando con forza quanto già democraticamente espresso dal popolo sardo attraverso i referendum. Peraltro - conclude il parlamentare di Sel - i criteri di esclusione previsti dalla norma sono tantissimi, non solo la questione della sismicità, ed a molti di essi i sardi si dovrebbero appellare per scongiurare l'eventualità di questa nuova servitù". (ANSA).
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Video ANSA


Vai al Canale: ANSA2030
Vai alla rubrica: Pianeta Camere



Modifica consenso Cookie