Percorso:ANSA > Salute e Benessere > Stili di vita > 8 marzo: donne salutiste ma piu' sedentarie rispetto maschi

8 marzo: donne salutiste ma piu' sedentarie rispetto maschi

Piu' attente al cibo ma fanno poco sport

06 marzo, 18:31

Equilibrata e attenta alle regole di una corretta alimentazione, che ama prendersi tempo per stare a tavola ma, al tempo stesso, pigra e poco soddisfatta di se': e' il ritratto della donna secondo l'Osservatorio Nestle'-Fondazione ADI, che ha diffuso i suoi dati in occasione della festa dell'8 marzo.

I dati descrivono una donna salutista, che non salta i pasti e mangia spesso a casa, ma che si dimostra piu' sedentaria rispetto agli uomini: il 50% del campione e' attento al contenuto calorico degli alimenti (rispetto al 36% del campione maschile) e il 63% alle porzioni che assume (49% per gli uomini). Delle donne, pero', solo il 24% fa sport (rispetto al 40% degli uomini) e il 40% afferma di avere una vita sedentaria e di muoversi poco (30% per gli uomini).

''Le donne si sentono spesso insoddisfatte del proprio peso - commenta Giuseppe Fatati, presidente Fondazione ADI - molto piu' di quanto accada agli uomini. Questo malgrado gli indici dimostrino che l'obesita' e' un fenomeno meno presente nel mondo femminile. Se l'attenzione per una corretta alimentazione e' molto diffusa fra le donne e' importante che esse imparino a sviluppare un rapporto sano e consapevole con il cibo che non preveda privazioni o sensi di colpa ma equilibrio e varieta'''.

Nell'arco della giornata, le donne danno piu' importanza alla colazione rispetto al pranzo, che e' sempre ''veloce e frugale'', ma anche rispetto alla cena, solitamente ''piu' semplice e leggera''. Anche perche' la colazione e' vissuta come momento importante per iniziare bene la giornata: ''un momento in cui le donne amano dedicarsi a se stesse - dice l'Osservatorio - dando spazio al gusto e alla varieta'''.

''Per le donne il cibo e' un atto fortemente legato alla situazione psico-fisica ed emotiva del momento. Secondo l'Osservatorio - conclude Fatati - oggi la donna e' informata e consapevole ma ancora in bilico tra buone abitudini e pigrizia, tra desiderio di soddisfazione e senso di colpa''. (ANSA).

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA