Percorso:ANSA > Salute e Benessere > Stili di vita > Salute: va di moda la palestra in casa

Salute: va di moda la palestra in casa

In un anno calo del 25% delle iscrizioni ai centri fitness

04 gennaio, 14:32

ROMA - Allenarsi a casa o in ufficio è la scelta di due italiani su cinque di quelli che dichiarano di mantenersi in forma regolarmente. Senza limiti di orario, senza condividere spazi con estranei, senza la necessità di trascinare con sé pesanti borsoni, soprattutto in questo momento che occorre rimettersi in forma, dopo le cene natalizie.

Non a caso dal 2010 gli iscritti ai centri sportivi sono diminuiti del 25%: la palestra 'casalinga' e' la soluzione più comoda e immediata per essere costante nell'esercizio. E non richiede nemmeno tanto spazio, in quanto gli attrezzi oggi sono sempre più compatti, belli da vedere e capaci di trasformarsi in oggetti di arredamento. Non solo, sono sempre più tecnologici e versatili: dal cuscino che nasconde pesi e corde per allenarsi anche davanti alla televisione ai grandi palloni, leggeri e colorati, per stretching e pilates, al Kinesis Personal di Technogym che è una spalliera simile a quella delle vecchie palestre scolastiche con cui eseguire più di duecento esercizi(anche personalizzabili in programmi di yoga, pilates e Tai-chi).

La cyclette si e' evoluta, connettendosi al web mentre si pedala, la mini-bike, invece, pesa solo sei chili e integra anche un computer e un display a cristalli liquidi. Leggero e compatto, Xbase è facile da trasportare ovunque: da una parte il sistema di ventose si fissa sul pavimento, dall'altra i cavi elastici servono per esercizi tonificanti e rimodellanti in 'controresistenza'. Intramontabili nell'allenamento tra le pareti casalinghe, stepper e climber modellano gli arti inferiori, in particolare glutei, gambe e polpacci, stimolano la circolazione sanguigna e migliorano l'efficienza cardiaca. Il tapis roulant di ultima generazione, indispensabile per l'allenamento classico, ha sistemi ammortizzanti e motori che simulano una camminata o una corsa senza il rischio di microtraumi.

Ma c'è anche una nuova tendenza, che è quella di trasformare il training casalingo in un'esperienza sensoriale completa, capace di coinvolgere anche l'aspetto emozionale dell'esercizio, con richiami a paesaggi suggestivi, come il cielo, il sole, il mare. A questa filosofia si ispirano i macchinari di Teca: The Hedge tonifica gambe e glutei, The Mount & The River aiuta a eseguire un movimento di spinta e ritorno, specifico per i pettorali. C'è anche la prima palestra virtuale: il software si chiama Your Shape: Fitness Evolved 2012 (realizzato da Ubisoft) e conta già trenta milioni di adepti in Europa: 90 ore di allenamenti con trainer a disposizione sullo schermo di pc o tv. In ogni caso vale la pena precisare qualche regola per un allenamento corretto anche a casa. La frequenza ideale è tre volte alla settimana, per una durata compresa tra i venti e sessanta minuti, senza dimenticare che gli esercizi con i pesi devono essere preceduti da dieci-quindici minuti di riscaldamento e stretching.

© Copyright ANSA - Tutti i diritti riservati