Percorso:ANSA > Salute e Benessere > Speciali ed eventi > Sclerosi: in Sicilia 6mila malati, web fonte di informazione

Sclerosi: in Sicilia 6mila malati, web fonte di informazione

Al via campagna 'Noi Centriamo' di Novartis, anche su Twitter

22 maggio, 13:50

ROMA, 22 MAG - Giovane, per lo piu' donna, si informa sul web sulla malattia, anche se il neurologo resta il punto di riferimento. E' il ritratto del paziente con sclerosi multipla, circa 65mila persone in Italia e 6mila in Sicilia, che emerge da una ricerca di Stethos Italia presentata oggi a Roma per il via alla campagna 'Noi Centriamo' promossa da Novartis.

Condotta su oltre 200 pazienti, la ricerca evidenzia che la persona affetta dalla malattia e' un giovane adulto al momento della diagnosi (eta' media 33 anni), ha un buon rapporto con la tecnologia (il 77,5% usa il pc), si informa regolarmente, soprattutto sul web (il 75%) su tutti gli aspetti della malattia. Quasi il 60% gestisce autonomamente la terapia, circa il 94% tra chi e' in trattamento con nuove terapie orali.La campagna coinvolgera' in tutta Italia 24 Centri per la Sclerosi Multipla. Testimonial il tenore, e paziente, Marco Valeri. In Sicilia hanno aderito il Centro Sclerosi Multipla degli Ospedali Riuniti Villa Sofia - Cervello di Palermo e il Centro Sclerosi Multipla della Fondazione San Raffaele - G. Giglio di Cefalu', che promuoveranno in autunno incontri su novita' terapeutiche e qualita' di vita. Pazienti protagonisti della discussione, anche attraverso Twitter.

''Lo scenario farmacologico in questi anni ha subito una rivoluzione - spiega Salvatore Cottone, responsabile Centro Sm di Palermo -. Siamo passati dagli interferoni, che hanno dato qualche problema iniziale di tollerabilita' e di praticita', alle terapie orali, molto piu' maneggevoli, molto gradite al paziente, fatto importante dal momento che si tratta di terapie croniche: i nuovi farmaci orali come fingolimod presentano indubbi vantaggi in termini di tollerabilita' e di accettazione psicologica alla cura''.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA