Percorso:ANSA > Salute Bambini > Medicina > Prelievo sangue a 5 anni predice rischio obesità a 14 anni

Prelievo sangue a 5 anni predice rischio obesità a 14 anni

Misura l'attività del gene che regola l'accumulo dei grassi

26 marzo, 12:44

Messo a punto un test del sangue per predire il rischio di un bambino di diventare un adolescente obeso.

Il test, ideato da ricercatori delle Università inglesi di Southampton, Exeter Plymouth, si basa sull'esame di un gene, PGC1, importante nella regolazione dell'accumulo del grasso corporeo.

Eseguibile quando il bambino ha 5 anni, il test predice il rischio di obesità a 14 anni e quindi potrebbe permettere interventi preventivi precoci prima che il bambino abbia cominciato ad ingrassare in modo importante, è spiegato sulla rivista Diabetes.

Il test va a vedere il livello di attivazione del gene PGC1, misurabile valutando la presenza o assenza su di esso di molecole dette gruppi metile (che hanno un'azione di interruttore ''off'', che spegne il gene).

La cosiddetta 'metilazione del Dna' è una modifica chimica di un certo gene (detta modifica epigenetica) che serve a regolarne l'attività. Più un gene è metilato, meno è acceso. Gli esperti britannici hanno scoperto che il grado di metilazione del gene PGC1è determinante per il peso corporeo di un bambino e che se a cinque anni il gene è molto metilato, è altamente probabile che il bambino a 14 anni sarà un adolescente obeso.

Gli esperti hanno eseguito il test del sangue su 40 bimbi di cinque anni che poi sono stati monitorati fino al quattordicesimo compleanno. Hanno visto che ogni aumento del 10% del livello di metilazione di PGC1 a cinque anni, corrisponde ad un aumento del 12% del grasso corporeo che il bambino avrà accumulato raggiunti i 14.

Adesso si dovrà ripetere lo studio su un campione più ampio di bimbi. 

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA