Percorso:ANSA > Salute e Benessere > Sanità > Vannoni consegna metodo Stamina,via a sperimentazione

Vannoni consegna metodo Stamina,via a sperimentazione

Da Sicilia-Abruzzo apertura a metodo 'cura compassionevole'

01 agosto, 19:48
Stamina: Vannoni in riunione all'Iss Stamina: Vannoni in riunione all'Iss

Raggiunto l'accordo, dopo settimane di attesa e proteste da parte di molti malati e familiari, per l'avvio della sperimentazione sul metodo Stamina che utilizza cellule staminali mesenchimali. Oggi il presidente di Stamina Foundation, Davide Vannoni, ha infatti consegnato il protocollo del metodo all'Istituto superiore di Sanita', dove ha incontrato il comitato scientifico che presiedera' alla sperimentazione. Ma intanto, un altro fronte si apre sul versante delle Regioni: Sicilia ed Abruzzo hanno infatti dato il via libera a delle risoluzioni che aprono alla possibilita' che il metodo Stamina possa essere reso accessibile ai pazienti negli ospedali in qualita' di 'cura compassionevole'.

La sperimentazione, ha reso noto Vannoni al termine della lunga riunione all'Iss, ''non inizierà presumibilmente prima dell'autunno, dopo cioè la valutazione da parte del comitato e l'individuazione della cell-factory per la produzione delle cellule". Sono state anche individuate tre patologie neurologiche, ha affermato, ''tra le quali scegliere per il via ai test. Si tratta della Sla bulbare, la sindrome di Kennedy e la paresi cerebrale infantile". Tra queste, ha precisato Vannoni, "ne verranno scelte una o due, e queste saranno quelle su cui si effettuerà la sperimentazione del metodo Stamina". In totale, e' l'altro elemento chiarito da Vannoni, dovrebbero essere coinvolti ''non più di 20-30 pazienti". Ad oggi, non sono stati individuati i centri in cui sarà eseguita la sperimentazione, mentre la produzione delle linee cellulari "dovrebbe essere effettuata - ha detto - in una delle 13 cell-factory certificate dall'Agenzia italiana del farmaco, la maggioranza delle quali si trova nel Nord Italia''.

Vannoni ha inoltre annunciato che e' in preparazione un lavoro scientifico sul metodo Stamina che ''sarà pubblicato tra settembre e ottobre su una rivista scientifica internazionale", contestando nuovamente le critiche della rivista Nature.

Ma la giornata e' stata segnata anche dalla notizia dell'apertura della Regione Sicilia, dopo l'Abruzzo nei giorni scorsi, al metodo Stamina come 'cura compassionevole'. La Commissione legislativa siciliana ha cioe' approvato una risoluzione che individua due strutture sanitarie dove sarà possibile ottenere le cure secondo il metodo, sulla base del decreto Turco-Fazio del 2006. Attualmente le infusioni di staminali Stamina sono effettuate solo presso gli Spedali Riuniti di Brescia in qualità di 'cure compassionevoli' sempre sulla base del decreto Turco-Fazio, che autorizza la somministrazione di cure compassionevoli anche al di fuori di sperimentazioni cliniche, purché ogni singolo paziente ottenga il via libera dal comitato etico dell'ospedale, le cure siano gratuite e prodotte da un laboratorio pubblico il cui direttore abbia alle spalle 5 anni di esperienza sull'applicazione delle staminali.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA