Percorso:ANSA > Salute e Benessere > Sanità > Pessime condizioni topi rubati da animalisti a Univ. Milano

Pessime condizioni topi rubati da animalisti a Univ. Milano

Denuncia su Nature, da foto postata su facebook da un'attivista

28 giugno, 17:40

(ANSA) - ROMA, 28 GIU - Vivono in pessime condizioni i topolini rubati dagli animalisti con una irruzione nello stabulario di farmacologia dell'universita' di Milano lo scorso 20 aprile. Almeno a giudicare dalla fotografia mostrata dalla rivista Nature, nella sezione 'blog' che contiene le breaking news dal mondo della scienza. La foto e' stata postata su facebook da una manifestante, nickname Jooleea Carleenee, che ha partecipato al bliz.

I ricercatori italiani in quella occasione denunciarono il fatto, che aveva cancellato in un colpo solo anni di studi perche' molti di quegli animali erano geneticamente modificati e servivano come modello per le malattie. I topi erano molto delicati e dovevano vivere in un ambiente controllato a condizioni particolari, sostennero gli studiosi preoccupati.

Carleenee dice di aver postato le foto per dimostrare che gli animali sono ancora vivi, ma l'immagine mostra un bagno di un appartamento sovraffollato di topini in mini gabbie,in una situazione incontrollata.

La fotografia sta provocando molte reazioni, fra le quali anche la protesta di molti ricercatori che accusano Carleenee di comportamenti crudeli attraverso facebook.

Daria Giovannoni, presidente del comitato 'Pro-Test Italia', precisa su Nature: ''Se queste foto mostrano le attuali condizioni di vita dei topi rubati, siamo preoccupati per la loro salute e il loro benessere. Quegli animali non vivono meglio di prima''. (ANSA).

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA