Percorso:ANSA > Salute e Benessere > Medicina > Fecondazione:troppi ormoni alla mamma provocano danni a bebé

Fecondazione:troppi ormoni alla mamma provocano danni a bebé

Inoltre non migliorano riuscita, esperto 'personalizzare cure'

26 agosto, 15:35
Fecondazione:troppi ormoni alla mamma provocano danni a bebé Fecondazione:troppi ormoni alla mamma provocano danni a bebé

Un'eccessiva stimolazione ormonale alle donne per la fecondazione in vitro provoca danni al bebé, determinando fino al 30% in più di nati pretermine o con basso peso alla nascita. E' quanto dimostra una ricerca clinica condotta da un gruppo di ricercatori dell'Aberdeen Fertility Centre (UK) e del King's College di Londra UK), che si è avvalsa anche della collaborazione di ricercatori dell'Università degli studi di Modena e Reggio Emilia.

Lo studio, pubblicato sulla rivista 'Human Reproduction', si basa sui dati del database nazionale della Human Fertilisation and Embryology Authority, il registro inglese delle procedure di procreazione assistita più vasto al mondo. Su oltre 65.000 bambini nati da fecondazione in vitro si è notato che "la iper-risposta ovarica si associava ad un rischio aumentato del 15-30% di basso peso neonatale e parto prima del termine", spiega Antonio La Marca della Struttura complessa di Ginecologia dell'Azienda Ospedaliero-Universitaria di Modena. Gli autori hanno ipotizzato che gli eccessivi valori di estradiolo e progesterone, che si accompagnano alla iper-risposta ovarica (cioè quando si sviluppa un numero eccessivo di follicoli nelle ovaie) può alterare la mucosa uterina dove l'embrione si annida.

Contro l'eccesso di ormoni si schiera anche un trial danese della Aarhus University. Lo studio randomizzato controllato, pubblicato, anche questo, su 'Human Reproduction', ha mostrato come il tasso di gravidanza può essere mantenuto invariato e mediamente buono anche riducendo il dosaggio totale dei farmaci da somministrare alla donna nei cicli di fecondazione. "La terapia ormonale - commenta all'ANSA La Marca - va personalizzata. Non tutte le donne hanno bisogno della stessa quantità di ormoni, perché sono diverse l'una dall'altra. Pur avendo la stessa età, possono avere riserve ovariche molto differenti". 

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA