Percorso:ANSA > Salute e Benessere > Medicina > Stamina: Ricordi, ecco perché ho detto sì a test

Stamina: Ricordi, ecco perché ho detto sì a test

Immunologo,non è sperimentazione ma sapere cosa c'è in preparato

08 dicembre, 21:20

(ANSA) - ROMA, 7 NOV - "Non è una sperimentazione clinica ne' uno studio preliminare per valutare se dare il via o meno ad una sperimentazione. Si tratta di test di laboratorio per sapere cosa contiene il preparato del metodo Stamina e se offra garanzie di sicurezza per i pazienti (sterilità, stabilita' cromosomica, assenza di frammenti ossei ecc.)''.

Cosi' l'immunologo italiano Camillo Ricordi, direttore del Diabetes Research Institute di Miami (Usa), spiega perché ha deciso di mettere a disposizione da gennaio i laboratori del suo centro a Vannoni.

''Ho parlato in maniera approfondita in una discussione libera sia con gli avversari più critici di Stamina che con i sostenitori del metodo, e invece di urlare "truffatori" da una parte e rispondere "assassini" dall'altra, ho cercato di capire se si può arrivare ad un punto condivisibile per una verifica scientifica. Partendo appunto da ciò che questi preparati cellulari contengono, ma anche pubblicando l'esperienza già fatta anche se con dati incompleti o semplici casi clinici''.

Ciò che Ricordi ha concordato è in termini tecnici una caratterizzazione del prodotto cellulare (a Brescia avevano fatto alcune prove).

"Questa è una delle nostre specialità - prosegue lo scienziato - valutare i prodotti cellulari messi a punto da altri. Proprio lo scorso anno abbiamo smascherato un gruppo di ricercatori che sosteneva di aver individuato un nuovo metodo per lo sviluppo di cellule staminali mesenchimali. Con i test abbiamo potuto dimostrare che non c'era alcuna cellula vitale nel preparato che veniva utilizzato, semmai qualche sostanza mediatore cellulare (citochina).

Inoltre nel caso di Stamina abbiamo deciso di vedere se nei preparati ci sono marker neuronali. Infine abbiamo preso l'impegno di pubblicare i risultati di questa caratterizzazione dei prodotti cellulari Stamina che saranno a disposizione di tutti. Il mio obiettivo - conclude Ricordi - è dare un contributo per una corretta verifica scientifica del metodo''.

(ANSA).

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA