Percorso:ANSA > Salute e Benessere > Medicina > Neurochirurgo a 'Oggi',tra 2 anni pronti per trapianto testa

Neurochirurgo a 'Oggi',tra 2 anni pronti per trapianto testa

Canavero, medico di Torino, 'presto in grado di realizzarlo'

18 giugno, 14:19
Il particolare della copertina di Oggi in cui Canavero si dice pronto al trapianto di testa Il particolare della copertina di Oggi in cui Canavero si dice pronto al trapianto di testa

ROMA - ''Tra un paio di anni saremo in grado di effettuare un trapianto di testa'. Questo e' l'annuncio del dottor Sergio Canavero, neurochirurgo di Torino, in esclusiva sul nuovo numero di OGGI, in edicola domani.

Si tratta di un progetto pubblicato sulla rivista Surgical Neurology International e battezzato HEAVEN/GEMINI, ovvero Head Anastomosis Venture with Cord Fusion), nome che indica la possibilita' di fondere due diversi tratti di midollo spinale, quello di un corpo donato, col moncone nel collo del soggetto ricevente. Il donatore del corpo e il candidato ideale per riceverlo sono rispettivamente ''un individuo che ha purtroppo perso la vita per un trauma cranico puro, senza lesioni sostanziali a carico degli altri organi - spiega Canavero - o chi ha subito un ictus fatale; e (il ricevente) una persona affetta gravemente da una malattia neuromuscolare degenerativa o un soggetto tetraplegico''.

E' possibile ricostituire la continuita' del midollo spinale, il vero punto cruciale dell'impresa, spiega Canavero: speciali materiali chimici (chiamati fusogeni o sigillanti di membrana) sarebbero in grado di ripristinare l'integrita' di un nervo tagliato, e le sperimentazioni in laboratorio condotte nel mondo dal 1999 a oggi ne indicano l'efficacia in tal senso.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA