Percorso:ANSA > Salute e Benessere > Alimentazione > Contro l'ipertensione, cacao e barbabietola

Contro l'ipertensione, cacao e barbabietola

Le quattro ricette che fanno bene al cuore

18 maggio, 09:35
Ettore Bassi per Cardiocooking Ettore Bassi per Cardiocooking
Correlati

(di Martino Iannone)

Sì a cacao, mirtillo, aglio, peperoncino, pomodoro e barbabietola rossa; no a liquirizia, caffè, salse pronte come ketchup, maionese e salsa di soia, salumi e carni lavorate e ovviamente poco, pochissimo sale. Sono questi le principali raccomandazioni alimentari per combattere anche a tavola l'ipertensione arteriosa di cui il 17 maggio è ricorsa la XII giornata mondiale.

 

Meno sale e le tre regole d'oro contro l'ipertensione LEGGI

 

Per valorizzare questi ingredienti l'alta cucina si è messa a disposizione della prevenzione con la lezione Cardiocooking, presente il professor Massimo Volpe, professore ordinario di cardiologia e direttore della Scuola di Specializzazione in Malattie dell'Apparato Cardiovascolare dell'Università "La Sapienza" di Roma, la nutrizionista Giulia Marca e l'attore Ettore Bassi, già protagonista con le sue figlie del programma culinario "Quando mamma non c'è".

 

Ettore Bassi ai fornelli 'con il cuore' LE FOTO 

 

Questo è stato il risultato, quattro ricette che fanno bene al cuore realizzate nei Laboratori di cucina Mamà di Roma dallo chef Luca Materazzi insieme a un gruppo di giornalisti che hanno partecipato all'evento:


'Insalatina di farro con erbe fresche e curcuma'


'Crema di asparagi, quenelle di ricotta e maggioranza fresca'

 

'Ravioli di pasta allo zafferano ripieni di ceci, pomodorini confit' 

 

'Salmone al vapore, cipollotto e aneto'



Secondo la SIIA (Società italiana dell'ipertensione) sono 16 milioni gli italiani colpiti da questo problema (il 33% sono uomini, il 31% donne), causa scatenante di un numero rilevante di complicanze cardiovascolari.

 

Gaetano Curreri (Stadio) testimonial SIIA - IL VIDEO 

 

"E' allarmante la percentuale di pazienti ipertesi che non raggiunge un adeguato controllo pressorio - commenta il professor Volpe -. Gli interventi nutrizionali sono ormai ampiamente riconosciuti come strategie importanti per la prevenzione primaria dell'ipertensione e come coadiuvanti delle terapie farmacologiche per ridurre il rischio cardiovascolare. Eppure noi italiani siamo i primi promotori e consumatori della dieta mediterranea, che diversi studi hanno dimostrato essere il modello alimentare più adatto a fornire protezione contro la malattia coronarica e il rischio cardiovascolare''. L'iniziativa è stata sostenuta dall'azienda farmaceutica Daiichi Sankyo.

 

 

E in occasione della Giornata Mondiale, la SIIA ha organizzato, in collaborazione con la Croce Rossa Italiana, attività di prevenzione nelle piazze delle più importanti città d'Italia. In oltre 100 centri e ambulatori accreditati SIIA, si è potuto misurare la pressione senza impegnativa del medico curante, valutare il proprio profilo di rischio cardiovascolare e ottenere indicazioni sui corretti stili di vita da adottare. A Roma postazioni sono state allestite anche presso gli Ambulatori del Quirinale, a Milano nel Palazzo della Regione ed ancora presso i porti di Bari, Trieste, Venezia, Ancona e Genova.

 

Sul sito www.siia.it l'elenco completo delle manifestazioni con date, luoghi e orari.


martino.iannone@ansa.it 

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA