Percorso:ANSA > Salute e Benessere > Alimentazione > Cioccolato contro ipertensione,con lupini no diabete

Cioccolato contro ipertensione,con lupini no diabete

Prodotti nutraceutici per prevenzione

23 settembre, 20:31
cioccolato cioccolato

Chi ama il cioccolato, adesso ha una ragione in piu' per apprezzarlo: quello amaro e' utile per combattere l'ipertensione, favorire la dilatazione delle coronarie e abbassare i livelli di colesterolo. Tanto che l'Efsa (l'agenzia europea per la sicurezza alimentare) sta valutando l'indicazione di un prodotto nutraceutico a base di cacao e flavonoli per ipertensione e angina. A spiegarlo e' stato oggi Cesare Sirtori, presidente della Societa' italiana di nutraceutica (Sinut), al suo congresso nazionale a Milano.

''Questo prodotto - precisa Sirtori -, che dovrebbe arrivare sul mercato a gennaio 2013, contiene 10 grammi di cacao e 200 mg di flavonoli: basta prenderlo una volta al giorno per tenere a bada la pressione alta''. La conferma dei benefici del cacao e' nota da anni, grazie agli studi fatti sulla popolazione Kuna, al largo di Panama, che consuma grandi quantita' di cacao e ha una mortalita' per malattie cardiovascolari molto piu' bassa di quella dei cittadini panamericani. ''I benefici pero' sono solo del cioccolato amaro - continua - quello al latte e bianco invece da questo punto di vista non fa niente''. Altro alimento su cui si stanno concentrando diversi studi per i suoi benefici sulla salute e' il lupino. ''Una leguminosa che rispetto alla soglia - osserva Anna Arnoldi, docente di Chimica degli alimenti dell'universita' degli Studi di Milano - ha una maggiore flessibilita' nella preparazione dei prodotti, e ha effetti benefici non solo su colesterolo e diabete, ma contiene elementi proteici che in futuro potrebbero portare a pillole per l'ipertensione''. Uno studio recente condotto da Sirtori presso l'ospedale Niguarda di Milano su barrette dietetiche con proteine di lupino, ha riscontrato un calo del 4,2% del colesterolo gia' dopo un mese rispetto al gruppo di persone che aveva assunto barrette alla caseina. E' bene comunque tener presente che i prodotti nutraceutici ''non si sostituiscono ai farmaci - conclude Sirtori - ma servono per la prevenzione e il trattamento di patologie moderate''.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA