Mondiali, CR7: "I miei problemi non influiranno su Portogallo"

Ai giornalisti: "Non fate domande su di me ai miei compagni"

Redazione ANSA ROMA

(ANSA) - ROMA, 21 NOV - "La mia situazione non scuoterà il Portogallo in questi Mondiali. Io non devo preoccuparmi di quello che pensano gli altri. Parlo quando voglio. Tutti sanno chi sono, in cosa credo. Bruno Fernandes? Ho un ottimo rapporto con lui. Il suo l'aereo era in ritardo, gli ho chiesto se fosse venuto in barca, scherzavamo". Così Cristiano Ronaldo, presentatosi a sorpresa in conferenza stampa nel ritiro del Portogallo in Qatar, ha parlato della sua lite con lo United.
    "Le voci ci sono sempre, ma l'atmosfera è eccellente. Vi chiedo solo di non parlare di me con altri giocatori. Io ho un giubbotto antiproiettile, ma è pur sempre un Mondiale". (ANSA).
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Modifica consenso Cookie