• >ANSA-IL-PUNTO/COVID: record guariti in Puglia, oggi 1.439

>ANSA-IL-PUNTO/COVID: record guariti in Puglia, oggi 1.439

Si riduce numero attualmente positivi: da 43.461 a 42.682 (-779)

(ANSA) - BARI, 11 MAG - Aumenta il numero dei guariti e, parallelamente, "crolla" la pressione sugli ospedali pugliesi.
    La situazione sembra si stia avviando verso una "normalizzazione" e a beneficiarne sono anche le strutture sanitarie. In 24 ore, infatti, il numero di pazienti assistiti nei reparti è calato da 1.607 a 1.542 (-65): praticamente si è tornati ai livelli degli inizi di marzo. Complessivamente oggi i pugliesi guariti dal Covid sono 1.439. E si riduce il numero dei casi attualmente positivi: da 43.461 a 42.682 (-779). Anche nelle terapie intensive c'è stato un forte calo: sono 168 i pazienti in cura contro i 186 dei giorni scorsi.
    Oggi su 11.692 test per l'infezione da coronavirus, sono stati rilevati 684 casi positivi: 213 in provincia di Bari, 76 in provincia di Brindisi, 64 nella provincia Bat, 96 in provincia di Foggia, 132 in provincia di Lecce, 101 in provincia di Taranto, 2 casi di provincia di residenza non nota. Ieri i contagi erano 246 su 4.769 tamponi. Sono stati registrati 24 decessi: 5 in provincia di Bari, 6 in provincia Bat, 6 in provincia di Foggia, 2 in provincia di Lecce, 5 in provincia di Taranto. Ieri i morti erano 25. In tutto in Puglia hanno perso la vita 6.152 persone. Il totale dei casi positivi Covid in Puglia dall'inizio dell'emergenza è di 243.618.
    La campagna vaccinale procede a buon ritmo, ma a causa delle poche dosi a disposizione le Asl adesso devono rallentare le somministrazioni. I vaccini, infatti, scarseggiano, ne sono rimasti poco più di 100mila. Per questo la Protezione civile pugliese ha inviato alle Asl i "target" di somministrazione da rispettare e ogni azienda non potrà andare oltre un determinato numero di somministrazioni per evitare di restare senza sieri.
    I prossimi approvvigionamenti, infatti, sono previsti per domani pomeriggio, quando dovrebbero arrivare 50mila dosi Astrazeneca, utili solo per i richiami da garantire a personale scolastico e forze dell'ordine, e 141.570 dosi Pfizer. Per questo motivo sino al 14 maggio le Asl pugliesi non potranno effettuare oltre 33.510 somministrazioni. Dal 12 maggio a 2 giugno la Puglia, però, dovrebbe ricevere 982.050 dosi. (ANSA).
   

      RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

      Video ANSA


      Vai al Canale: ANSA2030
      Vai alla rubrica: Pianeta Camere



      Modifica consenso Cookie