Covid: visita marito ricoverato, 'emozione grandissima'

In struttura grandi emergenze Bari, non lo vedeva dal 3 aprile

(ANSA) - BARI, 10 MAG - Non vedeva il marito dal 3 aprile, quando è stato ricoverato nella sala rossa del Policlinico di Bari per una insufficienza respiratoria causata dal Covid. Oggi ha potuto stringergli la mano e accarezzarlo di nuovo. Patrizia, casalinga originaria di Parma e residente con la famiglia a Bari da molti anni, ha fatto visita al marito Luigi, 68enne barese in pensione, nel reparto di terapia sub-intensiva Covid della struttura per la maxi emergenze nella Fiera del Levante di Bari.
    "Una emozione grandissima" ha detto uscendo.
    Dal 4 maggio, infatti, la Regione Puglia ha approvato una legge che consente le visite ai parenti ricoverati nei reparti Covid e no Covid, bloccate ormai da più di un anno a causa della pandemia.
    Nel Policlinico di Bari e nell'ospedale Covid in Fiera le visite sono cominciate giovedì scorso e fino ad oggi ce ne sono state sei. I familiari, come la signora Patrizia, vengono bardati con tute, calzari, mascherina, visiera e doppio guanto. Anche nell'ospedale Perrino di Brindisi sono partite da alcuni giorni.
    Sabato un figlio ha potuto stringere la mano al papà in fin di vita. (ANSA).
   

      RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

      Video ANSA


      Vai al Canale: ANSA2030
      Vai alla rubrica: Pianeta Camere



      Modifica consenso Cookie