Furti bancomat, sequestrati 48 immobili

Beni per 2 mln euro, indagini Dia di Bari e Cc anche su rapine

(ANSA) - BARI, 18 NOV - Beni mobili e immobili, un complesso aziendale e disponibilità finanziarie per un valore di circa 2 milioni di euro sono stati sequestrati al pregiudicato di Andria Vincenzo Di Bisceglie, 48 anni, coinvolto in indagini su rapine e furti a bancomat di ingente valore anche nel nord Italia.
    Il provvedimento è stato eseguito dalla Dia di Bari, con i Carabinieri di Andria e Minervino Murge, su disposizione della sezione Misure di prevenzione del Tribunale di Bari che ha accertato sproporzioni nel reddito dell'intero nucleo familiare tra quanto dichiarato, "che non avrebbe consentito neanche la sopravvivenza", e gli investimenti fatti.
    Sotto sequestro sono finiti 48 immobili, in prevalenza terreni seminativi, un'azienda agricola zootecnica che coltiva anche cereali, auto e disponibilità finanziarie. Inoltre nel giugno 2018, su disposizione del Tribunale di Potenza, Di Bisceglie era stato arrestato per un grosso furto al bancomat Bper a Rionero in Vulture, utilizzando per l'occasione anche materiale esplosivo.(ANSA).
   

        RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

        Video ANSA


        Vai al Canale: ANSA2030
        Vai alla rubrica: Pianeta Camere