Xylella: proteste, bloccati tagli ulivi

Gente impedisce abbattimenti posizionandosi vicino alberi

(ANSA) - BRINDISI, 17 OTT - Circa un centinaio di proprietari di uliveti e manifestanti ha bloccato stamani all'alba il taglio "volontario" di circa 60 alberi messo in atto da parte di un agricoltore di Torchiarolo (Brindisi) che aveva deciso di adeguarsi alle disposizioni del piano predisposto per l'emergenza Xylella, il batterio che provoca il disseccamento degli ulivi. Sul posto ci sono sin dall'alba polizia, carabinieri e forestali. I dimostranti impediscono i tagli posizionandosi vicino agli alberi. A causa della protesta nella tarda mattinata sono state rinviate a data da destinarsi le operazioni di abbattimento dei 61 ulivi in un terreno di Torchiarolo (Brindisi) di proprietà di un agricoltore che stamani aveva deciso di procedere, per ottemperare alle disposizioni del piano anti-Xylella. La protesta di contadini, ambientalisti e cittadini ha bloccato i tagli ancor prima che le ruspe giungessero sul luogo. Inutile il dispiegamento di forze dell'ordine, tra forestali, poliziotti e carabinieri, che non hanno potuto far altro che verbalizzare l'impossibilità per il proprietario del fondo di mettere in atto le azioni previste dal programma di interventi varato dal commissario straordinario Giuseppe Silletti a fine settembre che prevede indennizzi per ogni albero abbattuto per chi collabora.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Video ANSA


Vai al Canale: ANSA2030



Modifica consenso Cookie