Professioni

Sostegni bis: notai, guida a acquisto prima casa per giovani

Professionisti spiegazione agevolazione per under36

Redazione ANSA ROMA

(ANSA) - ROMA, 27 MAG - Una norma che "prevede l'esonero dal pagamento delle imposte di registro, ipotecarie e catastali per l'acquisto della proprietà di abitazioni che abbiano i requisiti di "prima casa", o per il trasferimento o la costituzione di nuda proprietà, usufrutto, uso o abitazione di abitazioni che abbiano i requisiti di "prima casa" a favore di soggetti che non abbiano compiuto nell'anno 36 anni di età e che abbiano un Isee non superiore a 40.000 euro annui". Così parte il vademecum del Consiglio nazionale del Notariato sul capitolo del decreto Sostegni bis dedicato alle agevolazioni per i giovani che vogliano comprare una abitazione, riconoscendo "agli acquirenti un credito d'imposta di ammontare pari all'Iva corrisposta all'impresa in relazione all'acquisto. Il credito d'imposta può essere portato in diminuzione dalle imposte di registro, ipotecaria, catastale, sulle successioni e donazioni dovute sugli atti e sulle denunce presentati dopo la data di acquisizione del credito, ovvero può essere utilizzato in diminuzione delle imposte sui redditi delle persone fisiche dovute in base alla dichiarazione da presentare successivamente alla data dell'acquisto; può altresì essere utilizzato in compensazione ma in ogni caso non dà luogo a rimborsi", scrive l'Ordine dei professionisti.
    La misura, si legge, si applica agli atti stipulati dalla data di entrata in vigore del decreto legge, il 26 maggio 2021, fino al 30 giugno 2022. E, chiariscono i notai, "laddove l'Agenzia delle Entrate riscontri l'insussistenza degli altri requisiti previsti come l'età, il valore Isee o il periodo temporale di validità delle agevolazioni, dovranno essere corrisposte le imposte dovute maggiorate di sanzioni e interessi. Non essendo venuti meno i requisiti e le condizioni per l'applicazione dell'agevolazione 'prima casa', l'imposta di registro sarà pagata nella misura del 2% e l'imposta sostitutiva per il finanziamento nella misura ordinaria dello 0,25%", si chiude la guida. (ANSA).
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Archiviato in


      Modifica consenso Cookie