Professioni

Giustizia: consulenti, resti struttura processo tributario

Audizione Ordine su riforma comparto

Redazione ANSA ROMA

(ANSA) - ROMA, 24 MAG - "Mantenere l'attuale struttura del processo tributario, preservando il doppio grado di giudizio di merito e l'articolazione della competenza delle commissioni provinciali e regionali, favorire l'indipendenza delle commissioni tributarie dal ministero dell'Economia per consentire l'estraneità dei magistrati da ingerenze esterne, ripensare alla professionalizzazione dei giudici, da selezionare mediante concorso pubblico, prevedere lo svolgimento dell'attività a tempo pieno e una formazione permanente": ecco alcune proposte del Consiglio nazionale dei consulenti del lavoro, presentate nel corso dell'audizione di oggi presso la Commissione Interministeriale per la riforma della giustizia tributaria. Occorre, recita una nota dell'Ordine dei professionisti, pure "favorire l'utilizzo degli strumenti tecnologici per lo svolgimento di udienze da remoto ed implementare metodologie di archiviazione con la creazione di banche dati 'ufficiali' e confermare e potenziare gli strumenti attualmente esistenti di risoluzione extragiudiziale, evitando quindi all'origine l'insorgere di contenziosi, con particolare attenzione alle istanze di reclamo e mediazione da sottrarre al giudizio dell'Agenzia delle Entrate", si chiude la nota. (ANSA).
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Archiviato in


      Modifica consenso Cookie