Concorrenza, notai,norme a tutela utenti

Segnalata a Ue violazione diritto su start-up innovative

Redazione ANSA ROMA

(ANSA) - ROMA, 29 GIU - "Accompagnare il mercato con regole che garantiscano la chiarezza e la attendibilità delle informazioni e dei dati significa favorire le imprese e la loro efficienza, e rispettare i diritti dei cittadini che acquistano da loro beni e servizi". Parola di Carmelo Di Marco, presidente di Federnotai, intervenuto oggi ad una tavola rotonda organizzata a Milano dall'Associazione sindacale dei notai della Lombardia. La delega di funzioni che lo Stato affida ai notai, ha proseguito, "serve proprio a questo, e centra l'obiettivo in pieno: eliminare questa funzione, cosi come ipotizzato dal Ddl sulla concorrenza in taluni casi, e con riferimento agli atti societari - o mettere chi la esercita in competizione con chi non la riveste - come avverrebbe per gli atti immobiliari - significa mettere in crisi le dinamiche del mercato, non certo favorirle". Ieri intanto, Federnotai ha inviato una segnalazione alla Commissione europea per la violazione del diritto Ue e della normativa sulle start-up innovative, a causa del "contrasto tra la norma recentemente approvata dal Parlamento italiano che consente di costituire start-up innovative mediante scrittura non autenticata firmata digitalmente e la Direttiva 101 del 2009 la quale impone un controllo di legalità affidato al notaio nei casi in cui - come avviene in Italia - non siano previsti analoghi controlli giudiziali né amministrativi".
    (ANSA).
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Archiviato in


        Modifica consenso Cookie