Dl sostegni: ok a rinvio scadenze a professionisti col Covid

Passa emendamento traversale, primo firmatario de Bertoldi (FdI)

Redazione ANSA ROMA

(ANSA) - ROMA, 04 MAG - Via libera alla sospensione della decorrenza dei termini relativi ad adempimenti in capo al libero professionista che contrae il Covid-19: è passato, infatti, nella notte, nelle commissioni congiunte Bilancio e Finanze del Senato, l'emendamento al decreto sostegni trasversale, primo firmatario il senatore di FdI Andrea de Bertoldi. Il testo stabilisce che "la mancata trasmissione di atti, documenti e istanze, nonché i mancati pagamenti entro il termine previsto che comporti mancato adempimento verso la pubblica amministrazione da parte del professionista abilitato per sopravvenuta impossibilità dello stesso per motivi connessi all'infezione da Coronavirus 2 (SARS-CoV-2), non comporta decadenza dalle facoltà, e non costituisce comunque inadempimento connesso alla scadenza dei termini medesimi" ed il mancato adempimento "non produce effetti nei confronti del professionista e del suo cliente". Le scadenze, si legge, vengono sospese "a decorrere dal giorno del ricovero in ospedale, o dal giorno d'inizio della permanenza domiciliare fiduciaria con sorveglianza attiva o dal giorno d'inizio della quarantena con sorveglianza attiva, fino a trenta giorni decorrenti dalla data di dimissione dalla struttura sanitaria o conclusione della permanenza domiciliare fiduciaria o della quarantena", e gli adempimenti 'congelati' dovranno esser eseguiti dal professionista "entro i sette giorni successivi a quello di scadenza del termine del periodo di sospensione". La copertura della norma è pari a 9,1 milioni di euro per l'anno 2021. (ANSA).
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Archiviato in


        Modifica consenso Cookie