Dl sostegni: tributaristi,ok emendamento su tutela per Covid

Alemanno (Int), ma sospendere scadenze per tutti professionisti

Redazione ANSA ROMA

(ANSA) - ROMA, 01 APR - La volontà di alcuni senatori di presentare al decreto sostegni un emendamento che salvaguardi il professionista ed i suoi assistiti, quando lo studio sia sottoposto a misure restrittive anti Covid-19, incassa il plauso dell'Istituto nazionale tributaristi (Int). Il presidente Riccardo Alemanno accoglie "con favore" l'iniziativa presentata ieri da un gruppo di parlamentari a palazzo Madama (a farsene promotore il senatore di FdI Andrea de Bertoldi, alla cui firma si sono aggiunte quelle del presidente della Commissione parlamentare sugli Enti di previdenza Tommaso Nannicini (Pd), del capogruppo dei senatori della Lega Massimiliano Romeo e dei senatori di Iv Donatella Conzatti e Mauro M. Marino, di Fi Roberta Toffanin e dell'Svp Dieter Steger, ndr), "a salvaguardia dei professionisti e dei loro assistiti, quando il professionista sia sottoposto a quarantena, ospedalizzazione o altre misure restrittive". Dallo scorso anno "ribadiamo la necessità di una norma in tale senso, ma abbiamo anche dovuto contrastare emendamenti ed evidenziarne la discriminazione poiché limitavano la tutela, come è accaduto al decreto milleproroghe, esclusivamente agli iscritti alle Casse previdenziali private e non anche agli iscritti alla gestione separata Inps, ovvero circa 400.000 professionisti che sarebbero stati discriminati e quando la discriminazione riguarda la salute evidentemente è ancora più grave ed irricevibile.
    Pertanto - aggiunge - bene la norma sulla tutela del professionista sottoposto a quarantena o altra misura a tutela della salute, purché riguardi tutti i professionisti, e non discrimini nessuno". Alemanno annuncia: "Abbiamo predisposto una proposta di emendamento che ricomprende tutto il mondo professionale e su cui i senatori, che la stanno ricevendo in queste ore, potranno convergere, se ci sarà la volontà politica di tutelare, peraltro ad oltre un anno di distanza dall'inizio della pandemia, tutti i professionisti sottoposti a misure restrittive anti Covid-19, o ricoverati in strutture ospedaliere, a seguito della contrazione del virus", si chiude la nota dei tributaristi. (ANSA).
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Archiviato in


        Modifica consenso Cookie